DIRITTO PUBBLICO COMPARATO

7 cfu

prof. Claudio Panzera

Programma 2019/2020

Poiché nell'a.a. 2019/2020 non è prevista didattica erogata, programma e testo del corso rimangono quelli dell'a.a. precedente.

Da dicembre 2019 cambiano, tuttavia, le modalità di esame: questo avverrà esclusivamente in forma orale e sull'intero programma.

Agevolazioni (per l'a.a. 2019/2020)

Gli studenti fuori corso da almeno tre anni possono dividere l’esame orale in due parti così composte: capitoli I, II, III e V (1° esame); capitoli VI-VII-VIII-X (2° esame in un qualunque appello successivo). Gli studenti lavoratori godono delle stesse agevolazioni e, inoltre, possono sottrarre al loro programma la sez. I del cap. X del manuale adottato.

Programma 2018/2019

I-Il diritto comparato come scienza. 1. La comparazione giuridica, il diritto pubblico e le altre discipline. – 2. Cosa, come, e perché: oggetto, metodo e scopi del diritto comparato. – 3. Classificazioni, modelli e sistemi: i risultati della comparazione. –4. Comparazione e produzione giuridica. – II-Costituzione e costituzionalismo. 5. Genesi, caratteri ed evoluzione delle Costituzioni moderne. – 6. Le garanzie della Costituzione: rigidità e giustizia costituzionale. La protezione della democrazia. – 7. Costituzione e diritti fondamentali. – III-Sovranità e comunità (le forme di Stato). 8. Concetto di Stato e criteri classificatori. – 9. Le forme di Stato storiche: ordinamento giuridico feudale, Stato assoluto e Stato di diritto (liberale e liberal-democratico). – 10. La crisi dello Stato liberale e le forme autocratiche: Stato autoritario, totalitario e socialista. La dittatura. – 11. Le forme di Stato contemporanee: lo Stato sociale costituzionale e il global constitutionalism. – 12. Lo Stato teocratico. –IV-Sovranità e territorio (i tipi di Stato). 13. Stati unitari e Stati composti. Federalismo, regionalismo, municipalismo. – 14. Il costituzionalismo multilivello. – V-Sovranità e indirizzo politico (le forme di governo). 15. La tipologia delle forme di governo nella scienza comparatistica. – 16. Forme di governo e concentrazione del potere: monarchia assoluta, dittatura, regimi autocratici. – 17. Forme di governo e separazione dei poteri (sistemi dualistici e monistici): monarchia costituzionale e parlamentarismo. – 18. La forma di governo parlamentare e le sue varianti. – 19. La forma di governo presidenziale. – 20. La forma di governo semi-presidenziale. – 21. La forma di governo direttoriale. – 22. Forme di governo e modellistica costituzionale.

Testi consigliati

Per gli studenti frequentanti:

  • Lezioni del docente, seminari e conferenze del corso

  • L.Pegoraro-A. Rinella, Sistemi costituzionali comparati, Giappichelli, Torino 2017 (tranne i capitoli IV, VII e IX, nonché le sezz. 2-3 del cap. X).

Per gli studenti non frequentanti:

L. Pegoraro-A.Rinella, Sistemi costituzionali comparati, Giappichelli, Torino 2017 (tranne i capitoli IV e IX).

Modalità di esame (valide solo fino a settembre 2019)

L’esame consta di un test – che ha valore di esoneroper una parte del programma (capitoli I, II, III e V) – e di un orale sulla restante parte, da sostenere non oltre l’appello immediatamente successivo al superamento del test. Il mancato superamento dell’esame orale entro il suddetto appello obbliga lo studente a sostenere nuovamente il test.

Il test, della durata di 30 minuti, si compone di 15 domande a risposta multipla, ciascuna del valore di due punti. Per accedere all’esame orale è necessario rispondere correttamente ad almeno 9 domande (votazione pari a 18/30).

Per gli studenti frequentanti è previsto lo svolgimento, prima della fine del corso, di un test di esonero concernente alcuni degli argomenti trattati a lezione. Il suo superamento consente di sostenere l’esame orale sulla restante parte del programma fino al successivo appello autunnale (settembre). I frequentanti che non superino (o decidano di non sostenere) il test loro riservato, dovranno necessariamente sostenere il test generale prima di poter accedere all’orale, secondo le regole previste per i non frequentanti.

Agevolazioni (per l'a.a. 2018/2019)

Gli studenti fuori corso da almeno tre anni non devono sostenere il test e, se vogliono, possono dividere l’esame orale in due parti così composte: capitoli I, II, III e V (parte I); capitoli VI-VII-VIII-X (parte II). Gli studenti lavoratori godono delle stesse agevolazioni e, inoltre, possono sottrarre al loro programma la sez. I del cap. X del manuale adottato.

 

Ulteriori informazioni potranno essere reperite sul sito, alla pagina della materia.

 

Ricevimento docente: v. sito web dipart. (www.digiec.unirc.it) e cattedre costituzionalistiche (www.unircost.com).

 

Per contattare il docente: claudio.panzera@unirc.it