Agevolazioni e norme transitorie

Per studenti del vecchio ordinamento (16 cfu)

Gli studenti fuori corso del vecchio ordinamento (16 crediti), ancora in debito della materia, da dicembre 2018 devono sostenere l’esame in due parti (9 cfu con il Prof. Spadaro e 7 cfu con la Prof.ssa Salazar), adeguandosi ai “nuovi programmi” di Diritto costituzionale (I anno, 9 crediti e, II anno, 7 crediti), secondo le specifiche modalità di esame, cui si rinvia.

N.B. 1: Ovviamente il numero di cfu resta lo stesso, sicché il numero di pagine totali che gli studenti portano, nelle due parti (9 e 7 cfu), è complessivamente proporzionale ai 16 cfu iniziali.

N.B. 2: Ovviamente gli studenti del vecchio ordinamento (16 cfu) possono sempre dare Diritto cost. nello stesso appello, semplicemente sostenendo con i due docenti l’esame in due parti: 9 cfu e 7 cfu.

N.B. 3: Ovviamente l’esame di 16 crediti complessivi sarà verbalizzato solo dopo il superamento della seconda parte (Diritto cost. II, con la Prof.ssa Salazar). Quale ulteriore agevolazione, gli studenti del vecchio ordinamento (16 cfu) che hanno superato il test fra gennaio 2015 e settembre 2018, o sono fuori corso ultra-biennali, o lavoratori sono esonerati dal nuovo test previsto per Diritto cost. I(9 cfu) e possono persino, se vogliono, portare il nuovo programma da 9 cfu diviso in due parti: parte generale (Martines) e parte speciale (Ruggeri - Spadaro).

- Per studenti lavoratori del nuovo ordinamento (9 cfu)

Gli studenti in grado di attestare la condizione di lavoratori del nuovo ordinamento (9 crediti) sono esonerati dal test e possono portare il programma in due tempi: parte generale (Martines) e parte speciale (Ruggeri - Spadaro).

Post recenti
Archivio
Categorie
Cerca per cognome
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square